Montare una stampante 3D

Sei un appassionato di elettronica e vorresti montare una stampante 3D da solo? Non preoccuparti, grazie ad alcun consigli che ti daremo, sarai in grado di farlo! In commercio, una stampante 3D può costare tra i 300 e i 500 euro (si parla di costi medi per una stampante considerata di buon livello). Ma tu potrai costruirla con un budget molto inferiore, che si aggira intorno ai 50/60 euro, stando perlomeno a quanto si legge sulla pagina Facebook online del nostro partner. Naturalmente, nessun consiglio può funzionare se non hai un minimo di conoscenza della materia con la quale dovrai confrontarti. Montare una stampante 3D infatti, non può essere considerata una semplice attività ‘da hobby’ che chiunque può mettere in campo, ma presuppone un lavoro fatto di grande passione, buona manualità ed esperienza sul campo. Perché diciamo questo? Innanzitutto, partiamo dalle basi: chi decide di montare una stampante 3D da solo, deve possedere come minimo le nozioni principali del funzionamento dei sistemi CNC (cioè quelle macchine che vengono usate nelle fabbriche e sono a controllo numerico).

Già padroneggiare un minimo il linguaggio CNC consente di stare un passo avanti e tutto il resto viene più semplice. In seconda battuta (ma non meno importante), cercate di avere a disposizione tutti i pezzi che vi servono. Si tratta di componenti che non dovrete sempre acquistare: in questi casi, buttatevi sul riciclo! Già, proprio così. Cercate componenti tra i vecchi computer che possedete in casa (o qualche pc non funzionante che qualche amico può donarvi). Le migliori stampanti per brand image design non presentano tutta questa tecnologia d’innovazione. I motori presenti nei lettori DVD o CD – o nei vecchissimi Floppy Disc -infatti, possono esservi molto utili per costruire la vostra stampante 3D. Insomma, l’imperativo è riciclare il più possibile, così da abbattere notevolmente i costi. Una volta assemblati i pezzi nel modo corretto, bisogna far funzionare materialmente la stampante 3D. Come è risaputo, le stampanti 3D funzionano attraverso dei software di controllo: la stessa cosa dovrete fare voi per la vostra stampante fatta in casa. Ma dove procurarsi questi software? Ecco un’altra buona notizia: molti dei software di controllo per stampante 3D possono essere scaricati direttamente da internet e in forma del tutto gratuita! Basta cercare quello più adatto alle proprie esigenze e facendo sempre attenzione che si tratti di software open source – che quindi non vadano ad infrangere nessuna regola in fatto di copyright. Ora avete la vostra stampante 3D fatta in casa bella che funzionante! Ma attenzione, per non rimanere delusi occorre chiarire una cosa: questo tipo di stampanti servono solo per realizzare piccoli elementi (quindi ben distanti dalle macchine per uso professionale). In ogni caso, montare una stampante 3D da soli può regalarvi delle grandi soddisfazioni!

 

CONDIVIDI