Comprare quadri risparmiando: si può? dove e come farlo?

    Non hai molto budget a disposizione, ma non per questo sei disposto a rinunciare a dare agli ambienti della tua casa un tocco di personalità? Qui di seguito proveremo a capire se e dove si possono comprare quadri risparmiando, come sceglierli e a cosa fare attenzione in questo caso.

    Partiamo da quella che è forse la soluzione più pratica, oltre che potenzialmente più economica: comprare quadri online. Ci sono ormai numerosi siti specializzati che permettono di farlo; per trovarli basta googlare “quadri astratti in vendita”, se è questo il tipo di dipinto che si sta cercando per abbellire le proprie pareti, e quello di cui ci si accorgerà subito è che sono siti che funzionano esattamente come una galleria d’arte. Il loro catalogo può essere, infatti, più o meno vasto e differenziato; le opere, oltre che per genere, sono classificate  per autore e dovrebbe essere più facile, così, anche ritrovare quel pittore astratto di cui ci si era innamorati tempo fa o che si era trovato oltremodo affine a sé per sensibilità e temi prediletti;  naturalmente si può selezionare un range di prezzo e avere restituite solo le opere che vi rientrano o, se l’obiettivo è comprare quadri risparmiando, visualizzare le occasioni e le offerte del momento.

    Altra alternativa, se non hai molto da spendere per decorare le tue pareti, è ricorrere all’usato: ottimi affari si trovano nelle gallerie, sia fisiche e sia online, che trattano quadri di seconda mano o acquistati a propria volta da qualcuno desideroso di disfarsene. Anche nei negozi di antiquariato e nei cosiddetti svota cantine si possono trovare buoni quadri a prezzi convenienti ed è qui, anzi, che con un po’ di fortuna si possono acquistare a prezzi stracciati dei quadri di grande valore.

    Come comprare quadri risparmiando, ma senza rinunciare a oggetti di valore

    Fai attenzione però, nell’ultimo caso soprattutto e più in generale quando stai provando a comprare quadri risparmiando, specie se non ti rechi di persona a visionarli, alla descrizione dell’opera. Non c’è niente di male ad avere sulle proprie pareti copie o stampe e riproduzioni da parte di artisti minori, infatti, ma di certo si dovrebbe essere perfettamente consapevoli di star acquistando qualcosa di questo genere e non un quadro originale. Quando leggi, prima di acquistarlo, com’è fatto un quadro dovresti essere in grado, tra l’altro, di ricavare anche informazioni come quant’è grande, se è venduto con o senza cornice, eccetera che ti dovrebbero essere utili a valutare se è davvero la soluzione che fa più al caso tuo.

    Sebbene possa non essere la prima a venire in mente, anche rivolgersi a dei piccoli artisti, artisti locali e meno conosciuti al grande pubblico può essere la soluzione giusta per comprare quadri risparmiando. Hanno, in genere, un portfolio non meno vasto e interessante di quello di pittori più rinomati. Portarsi a casa una loro opera significa, quasi sempre, portarsi a casa un’opera unica, che nessun altro ha che è probabile soprattutto acquisti valore nel tempo, cosa che potrebbe trasformare il proprio acquisto in un vero e proprio investimento. Ancora, quasi sempre sono artisti che lavorano anche su commissione e realizzano quadri personalizzati sulle esigenze del cliente o degli ambienti in cui andranno posizionati.

    CONDIVIDI